Gioco della scuola 2011-2012

E’ stata un’occasione per progettare un tavolo da gioco sul tema della scuola. Il riferimento va ovviamente al famoso “gioco dell’oca” ma anche all’altrettanto celebre “Monopoli”.
Ho inizialmente invitato i ragazzi ad immaginare di essere incaricati da una ipotetica azienda produttrice a realizzare un prototipo completo. Non si è trattato quindi soltanto di progettare l’aspetto grafico della tavola da gioco ma di produrre tutto ciò che è commercialmente di corredo alla classica scatola di cartone che di solito raccoglie pedine, dadi, carte aggiuntive, manuali di istruzione, ecc…
I ragazzi hanno elaborato preliminarmente un contenuto generale che richiamasse la vita della scuola durante un intero anno scolastico per poi elaborare i singoli contenuti di ogni vignetta. Il getto dei dadi costituisce metafora del tempo che scorre e che  scandisce l’andamento ritmato delle lezioni: ecco che ci sono vignette che rimandano al consueto tran-tran della scuola, ad esempio il quadrimestre può essere scandito da un certo numero di giri della scacchiera. L’arrivo può rappresentare la tappa dell’esame di licenza o dello scrutinio finale. Spostare la pedina su una vignetta al lancio del dado piuttosto che su un’altra può determinare il successo scolastico e l’esito del gioco. Gli esiti delle interrogazioni sono determinati dal lancio dei dadi, ma anche dalle varie abilità da applicare nelle le interrogazioni spesso sono scritte sulle carte da prelevare (il rimando è chiaro al meccanismo “probabilità/imprevisti” del Monopoli). Tengo a precisare che questo meccanismo dove il caso ha un ruolo rilevante è frutto di un’elaborazione diretta dei ragazzi che generalmente riconoscono nel successo scolastico l’esito congiunto di fortuna e di impegno puntuale nello studio. Sotto questa chiave di lettura, se da una parte il “Monopoli” rappresenta metaforicamente l’andamento dell’imprenditoria liberale del ventesimo secolo, il nostro gioco incarna con aderenza il meccanismo sociale della scuola d’oggi. L’azione che ogni vignetta produce al passaggio, può occasionalmente nascere da eventi straordinari come una marachella, uno sciopero, un’”ora buca” (assenza di un professore) ma anche da molti altri eventi che i ragazzi sono stati abilissimi ad ideare con estrema fantasia e aderenza al mondo del loro vissuto scolastico. Poiché ogni azione può produrre un esito positivo o negativo che in genere si manifesta con l’invito ad avanzare o retrocedere sulla scacchiera, è assolutamente interessante valutare il “valore” che ogni singolo studente attribuisce all’evento ed osservare come tale “valore” rappresenti la propria personale visione della scuola anche in base al proprio livello di maturità e serietà. Ad esempio un evento che agli occhi di un adulto è chiaramente negativo come uno sciopero, secondo i casi, può produrre un avanzamento della pedina ma anche una retrocessione o il rallentamento della stessa.
Uno degli obiettivi da me richiesto ai ragazzi è l’applicazione di una buona dose di ironia (applicabile nei limiti del buon gusto), dove la dissimulazione dei fatti reali e dei personaggi reali della nostra scuola possa anche essere una rara occasione per fare qualche battuta un po’ sagace su qualche professore o compagno di classe. Sono così fiorite nelle vignette battute e caricature e riferimenti più o meno velati ad eventi a tutti noi noti.

Informazioni su devescovart

Professore di Arte ed Immagine presso la scuola secondaria di primo grado di Anzola dell'Emilia "Giovanni Pascoli"
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Elaborati 2011-2012, Gioco della scuola, Gioco della scuola 2011-12, Progettazione grafica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...